chi m'ha visto

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

UN LONTANO PARENTE

Periodo di produzione da definire

Sinossi
Per sposarsi con la rampolla di una famiglia potente e facoltosa, Andrea, un giovane immigrato dell’est Europa, è costretto a far debuttare in società i suoi familiari.
Che non ha. Perché è solo al mondo.
Sarà Nicolay, il miglior specialista nel risolvere problemi sulla piazza, a trasformare un improbabile manipolo di attori improvvisati nella famiglia finta. Per entrare a far parte di quella vera.
Andrea con l’amore di tutti troverà il suo posto in una famiglia: Ci è data dal destino oppure possiamo sceglierci quella ideale?
Alla fine ce la farà. E sarà quella giusta per lui.

 

 

CHI M'HA VISTO?

Film prodotto in collaborazione con Rai Cinema e Rodeo Drive
Soggetto scritto da: Alessandro Pondi, Paolo Logli, Giuseppe Fiorello, Martino De Cesare
Sceneggiatura scritta da: Alessandro Pondi, Paolo Logli e Giuseppe Fiorello
Regia di Alessandro Pondi
Cast definitivo Pier Francesco Favino, Giuseppe Fiorello
Inizio riprese 26 settembre 2016 a Ginosa (Puglia)

Sinossi
Questa storia si svolge in un piccolo paese arroccato del sud Italia, un posto tranquillo dove non  accade granché e la gente vive di quel poco lavoro rimasto, una piazza desolata, un bar con i soliti clienti seduti fuori ad aspettare che succeda qualcosa...
Martino è nato in quel paesino senza speranza e pieno zeppo di invidiosi, ha quarant'anni e non smette di voler sognare, è un grande musicista e continua con passione e professionalità a svolgere il suo lavoro di chitarrista supporter per i più grandi musicisti Italiani.
Il suo sogno però è sempre più coinvolgente, vuole a tutti i costi provarci, realizzare quello che per tutti i suoi compaesani sarà una sfida impossibile: incidere il suo disco da solista.
Girerà l'Italia in lungo e in largo, a bordo della sua auto, carica di chitarre, consuma km e km, e così via da anni ormai.
Niente da fare, per lui non ci sono speranze, nessuna casa di discografica è disposta a produrgli il disco, "non ha la faccia" dicono in molti, "la tua musica è interessante ma non funziona la tua immagine"... Ecco, la spietata regola dell'apparire e non dell'essere, si stava palesando con tutta la sua cattiveria.
Martino deve desistere, “forse hanno ragione loro, sarò anche bravo ma non ho la faccia”.
Tornato al paese da uno dei suoi soliti tour musicali alle spalle di qualche star, rientra a casa dove ad aspettarlo c'è la sua vecchia e dolce mamma, vestita di nero e seduta sul divano a guardare la sua trasmissione tv preferita, Chi L'ha Visto, mentre mangia i suoi soliti dolcetti inzuppati nel vino. Martino osserva quella tenera scena sconfortato e triste, teme che quello sia il suo futuro, stare a casa con mamma, in quel paese di niente.
Osserva la tv, poi guarda la madre, riosserva il programma in tv e un lampo di genio gli riaccende il volto.
Corre in piazza a trovare il suo amico Peppino, uno che non fa niente dalla mattina alla sera, ciondola ormai da anni su una sedia fuori dal bar della piazza sperando che qualcuno gli faccia la grazia.
"Peppino mi devi aiutare" dice Martino, "voglio sparire".
Ecco la sua idea geniale: per esserci bisogna sparire, vuole capire se vale veramente qualcosa. Peppino inizialmente non lo sta nemmeno a sentire e poi ha troppo da fare, stare seduto al bar senza fare un cazzo e aspettare il sogno, ti pare poco?
Martino lo prega di aiutarlo a nascondersi nel vecchio casale abbandonato di suo nonno e così il nostro protagonista riuscirà a dare il via al suo progetto di sparizione.
Dal quel giorno, piano piano, diventerà una celebrità, l'essere sparito mette tutti in apprensione, tutti lo ricordano come un bravo ragazzo, molti come un grande musicista, altri come un talento ineguagliabile.
Lui osserverà la sua vita raccontata dagli altri da un televisore accroccato nel vecchio casale che lo ospita.
Peppino intanto, approfitta per rilasciare interviste a tutte le tv locali e nazionali venute fino al paese per raccontare la storia di Martino, la madre da spettatrice diventa protagonista del suo programma tv preferito e la ex fidanzata di Martino approfitta delle tv per farsi uno spot personale. Peppino intanto tesse una storia di sesso con la produttrice di una emittente nazionale venuta sul posto per raccontare la storia del musicista scomparso e sarà addirittura capace di strapparle un contratto tv.
Peppino sta per ottenere la sua grazia, diventare un presentatore televisivo. Intanto Martino è stanco è vuole smettere di portare avanti quella assurda idea ma Peppino farà di tutto per impedirglielo, per lui la scomparsa dell'amico ormai è frutto di una grande opportunità.
Una storia rocambolesca, comica e grottesca sul tema dell'essere o dell’ apparire.
Il finale non deluderà e non sarà per nulla scontato.

 

 

 

 

versione italianaversione inglese